UniSanPaolo diviene HTTPS

Il portale dell’Università e quello del giornale UniSanPaolo sono stati resi ancora più sicuri con l’utilizzo dei protocolli HTTPS.

Che cosa è cambiato?

Digitando www.unisanpaolo.org nella finestra del proprio browser ci si collega al portale dell’Università esattamente come veniva fatto in precedenza. Ma ora appare il simbolo di un lucchetto chiuso e l’indirizzo diviene https://www.unisanpaolo.org in modo automatico e trasparente all’utente. Si tratta di un sistema che garantisce l’autenticità del sito UniSanPaolo e tutela lo scambio di dati tra utente e UniSanPaolo senza che all’utente si richiesto di fare nulla. Oltre che per il portale UniSanPaolo anche per il Giornale dell’Università è stato predisposto il protocollo sicuro HTTPS.

Cosa significa HTTP

La rete internet e ogni comunicazione sul web si basa sul protocollo HTTP acronimo di Hyper Text Transfer Protocol (Protocollo di di trasferimento per Ipertesti. Gli ipertesti sono i testi dotati di collegamenti (ipertestuali) che rimandano ad altri punti della stessa pagina (o documento) o ad altre pagine (o altri documenti). Gli ipertesti hanno permesso la realizzazione concreta del web e il protocollo HTTP è la base di tutto.

Cosa significa HTTPS 

Può essere considerato come un evoluzione del protocollo HTTP in quanto la S finale indica l’introduzione di connessioni criptate TLS (Transport Layer Security  o Piano di Trasporto Sicuro) o SSL (Secure Sockets Layer oPiano sicuro di connessione). Il protocollo HTTPS consente di associare al protocollo di trasferimento HTTP ordinario una cifratura dei dati trasmessi per ottenere trasferimenti sicuri online attraverso un’autenticazione del sito web visitato (server) e la verifica dei dati scambiati tra il terminale dell’utente (client) e il server con una totale tutela della privacy.

Tutto viene fatto attraverso una crittografia asimmetrica applicata ai dati scambiati per garantire trasferimenti riservati di dati nel web, in modo da impedire intercettazioni dei contenuti. Normalmente HTTPS fornisce l’autenticazione del sito web con il quale l’utente si connette proteggendo la comunicazione dagli attacchi “man in the middle”. La cifratura bidirezionale delle comunicazioni client-server evita che le comunicazioni possano essere intercettate o modificate (ad esempio evitando di intercettare ID e password degli utenti per utilizzare queste informazioni in modo fraudolento. Oltre a questo il protocollo HTTPS fornisce anche dati certi sull’autenticazione del sito web al quale ci si connette.

Inizialmente le connessioni HTTPS venivano utilizzate soprattutto per proteggere le transazioni online, ma da qualche anno è iniziata una diffusione sempre più capillare per proteggere l’autenticità delle informazioni e dei siti, l’integrità degli account, la privacy e la navigazione web dell’utente.

Come funziona il protocollo HTTPS

HTTPS crea una comunicazione sicura attraverso una rete pubblica quindi non sicura. Sulla base di una identificazione certa del server (il sito al quale ci connettiamo) affidata a certificati emessi da autority come Actalis, Comodo, Symantec e GlobalSign viene attivato dal protocollo HTTPS la cifratura SSL/TLS e la verifica di URL (indirizzo web), headers (intestazioni di connessione), ecc. Il protocollo HTTPS garantisce l’utente in quanto fornisce la prova che il sito è affidabile e certificato e che ogni dato inviato al sito o ricevuto viene criptato e non può essere rubato o modificato illecitamente.

HTTPS UniSanPaolo

L’utilizzo del protocollo e delle certificazioni HTTPS per il portale dell’Università rappresenta un ulteriore passo in avanti per la sicurezza informatica di Studenti e Docenti in quanto UniSanPaolo quale Università a struttura federata internazionale deve sempre fornire connessioni sicure in ogni condizione anche ad esempio quando gli utenti si collegano da reti potenzialmente insicure come i WiFi pubblici o le reti TOR (The Onion Router un sistema di router stratificati, come cipolle, per evitare tracciamenti indesiderati). Il protocollo HTTPS introduce una cifratura sicura ma che non rallenta la connessione in relazione alla sempre maggiore disponibilità di hardware e connessioni evolute. HTTPS consente anche di utilizzare nuovi protocolli oltre all’HTTP come i recenti SPDY/HTTP/2 che aumentano la velocità di connessione e di trasferimento di pagine e dati online.

Un nuovo importante passo nella costante evoluzione di UniSanPaolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *