Il dott. Massimo Trovato è un biologo laureato alla Sapienza ma soprattutto un Area Manager con pluriennale esperienza maturata nel settore Farmacologico.

1608Ha accumulato anni di esperienza che gli hanno consentito di sviluppare senso critico e analitico, dialettica e spiccata capacità di definire gli obiettivi prioritari e i mezzi per raggiungerli.

La lunga esperienza come Area Manager ha affinato la capacità di creare un gruppo e saperlo mantenere coeso esaltando le capacità di ogni singolo componente.

Ha diretto e coordinato diversi team sia sulla medicina di base sia specialistici nei settori cardiovascolare, internistico, metabolico e osteoarticolare con riconosciute ottime capacità di organizzazione, di sviluppo progettuale e di gestione di personale.

VMH (Specialist Ospedaliero) ha operato principalmente nei settori di diabetologia, endocrinologia, cardiologia, angiologia ed internistica di centri ospedalieri e antidiabetici.

Ha operato presso i laboratori di chimica e biologia cellulare (dip. Agrobiotecnologie, div. Biochimica) del centro di ricerca ENEA C.R.E. Casaccia dove ho svolto un’attività di ricerca sperimentale in collaborazione con lo “STUDIO ARBA ‘87” (associazione per ricerche biotecnologiche avanzate volte alla produzione di biomolecole di interesse industriale).

Ha effettuato intensive ricerche concernenti la micropropagazione di piantine di Daucus Carota su terreni sintetici opportunamente manipolati, fermentazioni operate da tessuti e/o cellule vegetali coltivate in vitro (uso di cappe sterili a flusso laminare),  estrazione, purificazione e determinazione, mediante tecniche cromatografiche (T.L.C.) delle sostanze prodotte da sistemi vegetali (uso di cappa chimica, solventi organici e Rotavapor).

Il dott. Massimo Trovato è un apprezzato ricercatore dell’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo ed è stato nominato Direttore del Progetto di ricerca Dafne per le sue specifiche competenze nella produzione cosmetica e farmacologica.

Al prof. Massimo Trovato i nostri migliori auspici per un proficuo apporto all’Università San Paolo Apostolo e per il suo nuovo prestigioso incarico.