La Repubblica di Moldavia

La Repubblica di Moldavia è uno Stato dell’est europeo nato ufficialmente nel XIV° secolo con una lunga teoria di dominazioni straniere dal XVIII° secolo al 27 agosto del 1991 quando, approfittando del disfacimento dell’URSS, si dichiara indipendente come Repubblica parlamentare.

La Moldavia confina con Ucraina e Romania e con quest’ultima condivide molto compresa, di fatto, anche la lingua. Anche la valuta ricorda quella romena: Leu Moldavo.

La vicinanza del Mar Nero, sul quale però non possiede sbocchi, regala  a questa nazione un clima mite che favorisce l’agricoltura che rappresenta la maggiore risorsa nazionale con circa il 40% del PIL.

La Moldavia è molto attiva in campo internazionale: è membro delle Nazioni Unite, dell’OSCE, del EAPC, del Partnership for Peace della NATO, della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo e dell’Organizzazione Mondiale del Commercio. Già nel 1995 era stata la prima ex-repubblica Sovietica ad entrare nel Consiglio d’Europa.

Il Popolo della Moldavia sta cercando, con la potenza della democrazia, di uscire da un periodo nefasto dominato dalla corruzione, dalla inefficienza del sistema giudiziario e dall’eccessivo potere delle banche. Questi fattori hanno sottratto somme così ingenti al Popolo Moldavo che stanno rischiando di destabilizzare il sistema Stato. L’Università è naturalmente al fianco del Popolo Moldavo e della Chiesa Cristiana Ortodossa Moldava e si augura che la futura classe dirigente possa rivelarsi in grado di migliorare la vita del Popolo di questo grande anche se geograficamente piccolo Paese di 3,5 milioni di abitanti.