LA NOSTRA CHIESA

La nostra Chiesa è una bellissima realtà, un Ente Religioso riconosciuto da successioni Apostoliche costituito da persone vere, ecclesiastici e laici che perseguono un unico scopo costituito dall’apostolato spirituale e dal sostegno dei deboli. Un binomio apparente ma in realtà un unico obiettivo per la concezione cristiana della vita. Una concezione felice fatta di gioia personale da condividere con tutti spiritualmente e materialmente aiutandosi e aiutando fraternamente chi si attarda nel cammino della vita attraverso l’unico Comandamento del Vangelo: amatevi tutti.

La nostra Chiesa ha intrapreso un cammino lineare e trasparente ed è una realtà ecclesiale che si rifà alle prime comunità cristiane. Tutti i suoi membri, s’impegnano a vivere il Vangelo di Nostro Signore Gesù Cristo, semplicemente in forma inclusiva e non esclusiva. La Chiesa accoglie tutti e tutte nel Nome di Nostro Signore Gesù Cristo, morto e risorto per noi, incoraggiati dagli insegnamenti sani e santi della Santa Chiesa Universale di Cristo.

Il Clero di questa Chiesa vive il Vangelo sostenendo gli umili e quanti sono rimasti indietro nel cammino della vita condividendo la gioia ma anche gli affanni dei fratelli in difficoltà.

Nel terzo millennio la Chiesa vuole essere una testimonianza vitale di salvezza eterna testimoniando in primo luogo con la vita e le opere il Nostro Signore.

SAN PAOLO APOSTOLO

La nostra Università ha il nome di un uomo di famiglia ebraica nato a Tarso in quella che oggi è la regione orientale della Turchia probabilmente attorno all’anno 8.

I genitori gli impongono il nome ebraico di Saul, quello prestigioso del primo re di Israele ma anche quello Romano di Paolo e a Tarso riceve una prima educazione di influenza greca, per poi trasferirsi a Gerusalemme dove completerà la sua istruzione. Fariseo figlio di Farisei viene circonciso e diventa Zelota uno dei movimenti politici della Palestina fra i più attivi oppositori della dominazione Romana e dell’influenza straniera in generale.

La tradizione lo colloca sulla via di Damasco probabilmente mentre fa parte di una spedizione degli Zeloti a caccia di missionari greci che contestavano il Tempio e la fondamentale “Legge dei Padri”.

LA CHIESA ANGLICANA

Tutta la Cristianità riconosce il Primato Universale unicamente a Nostro Signore Gesù Cristo e solo la Chiesa Cattolica Romana lo rivendica per il proprio Primate (il Papa) senza però alcun riconoscimento dalle altre Chiese. Di primato papale si comincia a parlare solo nel Secondo Concilio di Nicea (787 d.C.) con un’autoproclamazione Romana mai condivisa ed incerta.

Ogni Chiesa è umana quindi fallibile e il faro rimane l’unico Comandamento Evangelico: amiamoci nella fratellanza universale.

Queste dispute devono essere abbandonate e non essere più condizionanti perché tutta la razza umana deve unirsi sulla via tracciata da Gesù per tutti gli uomini senza discriminazioni e proprio i Cristiani, suoi seguaci, devono dare l’esempio più fulgido.

IL CLERO ANGLICANO

Tutta la Cristianità riconosce il Primato Universale unicamente a Nostro Signore Gesù Cristo e solo la Chiesa Cattolica Romana lo rivendica per il proprio Primate (il Papa) senza però alcun riconoscimento dalle altre Chiese. Di primato papale si comincia a parlare solo nel Secondo Concilio di Nicea (787 d.C.) con un’autoproclamazione Romana mai condivisa ed incerta.

Ogni Chiesa è umana quindi fallibile e il faro rimane l’unico Comandamento Evangelico: amiamoci nella fratellanza universale.

Ogni Chiesa ha quindi modificato nel tempo il proprio organigramma in funzione delle proprie esigenze specifiche ma il concetto dei tre ordini base è rimasto per tutti il medesimo.

Quando le differenze uniscono

Papa Francesco, la Sovrana Elisabetta II e l’Arcivescovo di Cantherbury si sono già incontrati ufficialmente nei rispettivi ruoli di massime autorità religiose Cristiane Romane e Anglicane.

La Chiesa Anglicana è una Chiesa Cristiana Cattolica che nasce nel Cinquecento per il rifiuto di Papa Clemente VII di annullare il matrimonio di Re Enrico VIII con Caterina di Aragona per sposare Anna Bolena e ottenere eredi e successori maschi diretti. Per questo motivo la Chiesa d’Inghilterra si separa da Roma, diviene Anglicana sotto la guida della Corona inglese.

Da cinque secoli il Primate della Chiesa Anglicana è considerato, Primus inter pares (Primo fra pari), l’Arcivescovo dell’Abbazia di Canterbury e il Sovrano inglese un riferimento ancora più illustre con prerogative specifiche.

La Chiesa Anglicana ha sempre privilegiato i dogmi evangelici e questo ha creato nel tempo tra le Chiese alcune differenze. Dopo secoli le esigenze del Cristianesimo e dell’Umanità stanno finalmente divenendo prioritarie e la riunione delle comunità cristiane è divenuta per tutti l’unica strada da percorrere.

Tutte le Chiese Cristiane sono cattoliche in quanto cattolico significa universale. Tutte sono evangeliche perché dai Vangeli traggono ispirazione. Tutte sono episcopali in quanto riconoscono i Vescovi al vertice della gerarchia.