Intervista con l’Ambasciatore

Abbiamo intervistato l’ambasciatore Dr, Dr. Hc. Ph.d. Grand Prince Regent Dom++ Elias Souza I ( Dom Elias de Souza Junior) nella sua qualità di docente dell’UniSanPaolo che si sta dedicando ad un importantissimo progetto di ricerca sull’autismo.

2082Similmente ad ogni attività dell’Università Anglo Cattolica San Paolo anche questo non si limita alla ricerca ma il professor Souza lo ha trasformato in un progetto sociale di ampio respiro svolgendo contemporaneamente alla ricerca scientifica anche concrete operazioni di sostegno a favore dei soggetti autistici, in particolare i bambini, colpiti da questo gravissimo handycap che i ricercatori sperano di sconfiggere mentre ne alleviano le sofferenze.

Domanda: Professore perché si dedica al suo progetto di ricerca sull’autismo?

Perché la scintilla divina è all’interno di ognuno di noi, quindi non è possibile percepire alcuna differenza tra gli esseri umani.

Domanda: da tempo lavora a questo progetto?

Dallo scorso anno.

Domanda: quante vittime di autismo ha incontrato o aiutato?

Sfortunatamente non opero direttamente in prima linea, ma sto lavorando nel settore più monotono e demotivante della Fondazione per aiutare gli autistici occupandomi del settore esecutivo in particolare per  ottenere le migliori e più appropriate sinergie internazionali e nazionali, in modo da permettere al personale dello staff che opera direttamente di raggiungere sempre più bambini ed aiutarli nel migliore dei modi.

Domanda: qual è il suo punto di vista del problema?

Quale problema? Io non vedo problemi. Io vedo solo le condizioni speciali con la fratellanza e il comune buon senso, possiamo facilmente superare.

Domanda: la sua ricerca mostra cause genetiche e ambientali: quali sono decisive?

È noto che esistono entrambe le cause. Come ad esempio l’utilizzo di prodotti transgenici come i pesticidi tra gli altri sono fra le cause scatenanti.  Ma io preferisco pensare che Dio permette alcune situazioni come queste per far in  modo che noi possiamo vedere quanto speciale sia ogni essere umano indipendentemente dalla propria condizione!

Domanda: può un autistico essere brillante o geniale?

Ogni essere umano possiede eccezionali possibilità di emergere in qualche settore della conoscenza umana. Quindi, in qualità di esseri umani, gli autistici che sono anche loro meravigliosi esseri umani, non sono sfuggono a questa regola!

Domanda: i  suoi studi offrono orizzonti o possibilità di cura?

E ‘noto che una corretta alimentazione per le future mamme durante la gravidanza e un comportamento universale più equilibrato nei confronti di pesticidi, droghe, industrie pesantemente inquinanti, fiumi inquinati, ecc … possono prevenire molte delle cause innaturali dell’autismo. Noi riteniamo che questa sia la strada giusta quella di adeguare il mostro capitalistico-finanziario alle necessità biologiche umane al fine di preservare la vita che costituisce il nostro dono più prezioso!

Domanda: la sua Fondazione, sostenuta anche dall’Università, è molto attiva, quali sono le iniziative attuali e future?

Stiamo lavorando sodo per portare l’organizzazione nord americana B.A.F.O.L. fondata da Lady Jasmine Booker in Brasile. Lady Brooker è una grande amica e possiede una grande esperienza nel settore dell’Educazione più appropriata da dare ai bambini autistici. Noi intendiamo portare questa esperienza  inizialmente in Brasile e successivamente intendiamo diffondere queste conoscenze in tutta l’America Latina.

Domanda: ambasciatore a che punto si trova il suo piano di aprire in Brasile una sede dell’Università San Paolo ed ottenere l’accreditamento dal Governo del Brasile?

La mia intera vita è fondata sull’Apostolo Paolo, dalla mia fede nelle sue 14 epistole che rappresentano l’ultimo patto alla Grazia Divina di Gesù Cristo, sino ai titoli che possiedo.
Come Principe Reggente dello Corona dello Stato di San Paolo in Brasile, così come gli altri titoli, come il dottorato in Teologia paolina e in Epistole pauline è fondamentale comprendere che tutta la mia vita ruota attorno all’Apostolo Paolo.
Per questo è possibile comprendere quanto sia grande il mio impegno di portare una Università europea con la qualità di UniSanPaolo e con un nome che onora il mio Apostolo preferito.
Tutto questo rappresenta un grande sogno per me e lavorerò duramente e instancabilmente per far riconoscere l?Università San Paolo nel mio paese.

Dr, Dr. Hc. Ph.d. Grand Prince Regent Dom++ Elias Souza I ( Dom Elias de Souza Junior)