Tutti gli articoli di unipress

UniSanPaolo centro di ricerca scientifica universitario MIUR

Il MIUR Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca ha ufficialmente inserito l’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo nel novero dei centri di ricerca scientifica italiani. Il Rettore S.E.R. Mons. + Mauro Contili commentando il prestigioso riconoscimento del MIUR ha dichiarato che UniSanPaolo aumenterà gli sforzi dei propri gruppi di ricerca scientifica per aumentare ancora i risultati positivi degli studi che già hanno prodotto numerosi e lusinghieri risultati. Tutto il mondo sta attraversando un periodo di crisi non solo economica ma anche di ideali. Dopo il lungo periodo della guerra mondiale che ha soffocato l’umanità dal 1914 al 1945 si erano avviati aneliti concreti di sviluppo pacifico ovunque. Ma il triste periodo della guerra fredda aveva influito non poco e negli ultimi anni dopo la caduta del muro di Berlino, simbolo abietto delle infami barriere fra i popoli, che nuove speranze globali aveva fornito l’umanità viene afflitta dalla piaga del terrorismo. Le incomprensioni, le divisioni, le carestie e le guerre possono essere superate solo nell’unione fraterna universale dell’intera razza umana che si deve evolvere nella consapevolezza che solo remando tutti insieme nella medesima direzione possiamo creare tutti insieme un mondo migliore. La ricerca scientifica è privilegio di pochi ma i progressi e i benefici che fa raggiungere sono per tutti. La ricerca e le idee sono prima di tutto lo strumento più efficace per sconfiggere definitivamente la povertà, la fame, il bisogno e la necessità e questo nessuno deve mai dimenticarlo.

L’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo è stata inserita dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca nell’Anagrafe Nazionale delle Ricerche con il codice 62378ORU e questo è costituisce un prestigioso riconoscimento ai risultati già raggiunti ma soprattutto un ulteriore stimolo a proseguire il cammino così efficacemente intrapreso. UniSanPaolo intende ringraziare il Ministero e tutti gli uffici e funzionari che hanno operato per rendere possibile tutto questo nel modo migliore: producendo risultati sempre più utili ed efficaci nei propri centri di ricerca scientifica.

E-learning

L’Università Anglo Cattolica San paolo Apostolo cambia la piattaforma LMS di e-learning.

LMS è l’acronimo di Learning Management System cioé la piattaforma software che gestisce i corsi in modalità remota integrati nel progetto educativo dell’Università.

Una piattaforma LMS di eccellenza deve gestire e rendere possibile:

  • l’attivazione dei corsi affidata ai Presidi di Facoltà e ai Direttori di Dipartimento
  • la realizzazione dei corsi da parte dei Docenti
  • l’iscrizione degli studenti ai singoli corsi
  • il tracciamento delle attività di ogni studente: frequenza, progressi, svolgimento di compiti, partecipazione a workshop, test ed esami periodici ed ogni altra attività rilevante per la formazione
  • la divulgazione del materiale necessario che non si limita a libri e dispense ma include contenuti multimediali ed ogni altra risorsa
  • sempre e ovunque l’accesso e la gestione in modo semplice e completo con terminali generici e non dedicati
  • disporre di strumenti per amministrare le competenze
  • gestire analisi di abilità
  • pianificare la successione e la propedeuticità dei corsi
  • rilasciare certificazioni
  • integrare e gestire le risorse frontali e remote
  • utilizzare comunicazione evolute individuali e  di gruppo
  • , i codici categoria virtuali e la ripartizione delle risorse (sedi della riunione, stanze, manuali, istruttori, ecc.). La maggior parte dei sistemi tengono conto dello studente principiante, facilitandone l’auto-iscrizione e l’accesso ai corsi
  • uniformare i contenuti ed evolverli nel tempo
  • interagire con contenuti e/o sorgenti esterne
  • integrare la collaborazione tra studenti, ricercatori e docenti

Tutte queste caratteristiche sono state implementate nella nuova piattaforma LMS UniSanPaolo che sostituirà completamente in poche settimane quella attualmente utilizzata.

La nuova piattaforma è stata realizzata specificatamente per UniSanPaolo da UniPE l’Università Euquantica in sinergia con la nostra e sarà gestita da un team specialistico sotto la guida del Rettore UniPE prof. Chezza e del Rettore UniSanPaolo S.E.R. Mons. Contili. La scelta del software per la piattaforma non poteva che cadere su un software Open Source che garantisce eccellenza assoluta, evoluzione costante e massima sicurezza. Una scelta facile perché Moodle è in assoluto il software più utilizzato al mondo quale piattaforma di e-learning universitario. Tutte le più grandi Università e circa il 90% degli Atenei utilizzano questa particolare piattaforma. Moodle significa Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment cioé ambiente per l’apprendimento modulare – dinamico – orientato agli oggetti perché consente alle università di supportare la didattica remota esattamente come quella frontale attraverso un sistema semplice e completo di corsi che offrono tutti i vantaggi e le possibilità delle lezioni in aula ordinarie aggiungendo però a queste vantaggi e occasioni formative non disponibili nella didattica frontale ordinaria.

La nuova piattaforma LMS pur essendo concettualmente semplice è così ricca di possibilità che i Docenti e i Ricercatori dovranno studiarne con attenzione le possibilità per evolvere i rispettivi corsi a vantaggio di una didattica sempre più efficace. Per questo sono stati preparati corsi specifici e laboratori per docenti e ricercatori che per una volta ritorneranno ad essere studenti.

Il prossimo 20 dicembre nella sede di via Roccacasale 30 a Roma con inizio alle ore 10 si terrà un workshop per i docenti della Facoltà di Scienze delle Dinamiche Evolutive aperto anche ad altri docenti e ricercatori  nel quale verranno illustrate le tecniche di base per la preparazione dei corsi. L’occasione non avrà il sapore di una lezione ma sarà piuttosto un laboratorio nel quale tutti potranno interagire ed ottenere esaustive risposte ed indicazioni non solo sulla piattaforma didattica LMS ma anche suggerimenti per le lezioni frontali che nel piano formativo UniSanPaolo e UniPE si uniscono integrandosi. I docenti otterranno anche le credenziali per l’accesso alla piattaforma LMS. 

La nuova piattaforma LMS

unisanpaolo.euquantica.it

pur essendo in costruzione è già raggiungibile perché nel villaggio globale il working progress è sempre attivo e visibile.

Maria Grazia De Angelis

Dirigente d’azienda con esperienze professionali acquisite presso Università “La Sapienza” Banco di Roma, società di consulenza KPMG, BNL, D&Bmoda srl, nella gestione e sviluppo delle risorse umane, nella pianificazione strategica, nel controllo di gestione, nei processi organizzativi e nei sistemi di auditing sull’intermediazione finanziaria.

Attualmente Associate Partner di “Temporary Management & Capitol Advisors”, Presidente AISL_O – Associazione Italiana di studio del lavoro per lo sviluppo Organizzativo” (www.aislonline.org ), Membro dell’ AEREC – Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali, Board Member dell’azienda D&Bmoda s.r.l.

Certificata dal CEPAS (Ente riconosciuto per la Certificazione delle professionalità e della Formazione www.cepas.it) ) come “esperto di organizzazione”, ha l’incarico di “Esperto dei Gruppi di Approvazione Settoriale” sia di Organizzazione Aziendale che di Project Management.

Ha sviluppato esperienze e competenze in Europrogettazione. Con il sito www.mariagraziadeangelis.it si è fatta promotrice di un Forum sul disagio lavorativo. Ha fatto parte del Comitato scientifico del Master in Responsabilità Sociale d’Impresa dell’Università Europea di Roma. E’ stata docente presso UER in “Finanza Etica” e “Impresa Etica e Sistema di Controllo Interno” e presso Luiss Management in “Gestione Finanziaria e Mercati”

Partecipa come docente/relatrice a corsi universitari/formativi/ convegni. Ha scritto articoli, pubblicati su riviste specializzate, concernenti la gestione e pianificazione delle risorse umane, il controllo direzionale, i sistemi di qualità totale e di revisione interna, i processi di cambiamento organizzativo, la responsabilità sociale d’impresa. E’ autrice del libro edito nel 2011 dalla Franco Angeli “Benessere Organizzativo e Benessere Personale: un binomio possibile?” e , nel 2015, coautrice del libro “Illuminiamo i pollai- Le nuove sfide del benessere organizzativo e sociale” Nep Edizioni.

Fabrizio Chezza

Giorgio Fabrizio Chezza, nato e vissuto nel Salento fino all’età di 18 anni, si trasferisce ad Urbino dove esegue gli studi Universitari in Economia e Commercio e contemporaneamente lavora per mantenersi agli studi. Dopo alcune esperienze lavorative come direttore di punto vendita (TIM e Telecom Italia), avvia una attività imprenditoriale nel campo informatico e delle telecomunicazioni. In seguito viene chiamato a svolgere l’incarico di management internazionale nel settore delle telecomunicazioni cellulari in qualità di COO Manager e responsabile CED come interfaccia tecnica tra la sede Italiana e le fabbriche a Seul (Corea del Sud) e successivamente nel settore dei sistemi integrati di illuminazione per lo spettacolo e architettura con la qualifica di Responsabile Customer Care Internazionale. Negli anni in cui svolge la sua carriera di manager, comincia ad interessarsi di pratiche di medicina naturale e biofisica, fino a quando nel 2009, decide di cambiare completamente la propria vita, lasciando gli incarichi manageriali per seguire una intuizione che lo porta nel 2010 a fondare una Associazione di Promozione Sociale con la quale intraprende lo sviluppo di sistemi biofotonici dedicati al recupero del benessere psico/fisico emozionale degli individui. Notevoli sono stati i contributi in quegli anni derivanti da collaborazioni e sinergie con ricercatori di fama mondiale come il Dott. Serrano e Masaru Emoto. A seguito di quanto sopra, nel 2012 fonda la Scuola di Naturopatia “Euquantica” riconosciuta da CSEN (Ente di formazione sportiva riconosciuto dal CONI) attraverso la quale comincia a mettere le basi di un percorso formativo sistemico in grado di garantire una profonda integrazione con la Medicina Allopatica. La successiva ricerca su sistemi di Biorisonanza lo porta in Germania a specializzarsi presso l’Accademia di Biorisonanza secondo Paul Schmidt di Lennestadt, dove consegue prima il titolo di Operatore BsPS e successivamente la qualifica di Formatore per l’Italia. La sinergia con il Sinape (Sindacato dei Naturopati) porta alla trasformazione della Scuola di Naturopatia in Università Popolare Euquantica, associata a CNUPI (Confederazione Nazionale delle Università Popolari Italiane) con riconoscimento giuridico del MIUR. Il patrocinio del Sinape alla scuola di Naturopatia, completa una parte importante del percorso formativo nel settore Olistico che comincia ad acquisire sempre maggiore dignità in Italia. In ottemperanza al disposto della legge 4/2013 e della norma UNI 11491 relativa alla “Figura Professionale del Naturopata”, consegue nel 2017 l’accreditamento Internazionale A.J.A. / Accredia come Naturopata Certificato ai sensi della legge 4/2013 e norma UNI 11491. La fitta rete di collaborazioni e Sinergie già effettuate ed altre in itinere tra cui l’Università UniSanPaolo, l’istituto internazionale di formazione Saint. George, porteranno nell’immediato futuro un concreto contributo alla nascita di figure professionali in linea con i parametri Europei ed Internazionali nel settore della Medicina Integrata Preventiva.

UniSanPaolo diviene HTTPS

Il portale dell’Università e quello del giornale UniSanPaolo sono stati resi ancora più sicuri con l’utilizzo dei protocolli HTTPS.

Che cosa è cambiato?

Digitando www.unisanpaolo.org nella finestra del proprio browser ci si collega al portale dell’Università esattamente come veniva fatto in precedenza. Ma ora appare il simbolo di un lucchetto chiuso e l’indirizzo diviene https://www.unisanpaolo.org in modo automatico e trasparente all’utente. Si tratta di un sistema che garantisce l’autenticità del sito UniSanPaolo e tutela lo scambio di dati tra utente e UniSanPaolo senza che all’utente si richiesto di fare nulla. Oltre che per il portale UniSanPaolo anche per il Giornale dell’Università è stato predisposto il protocollo sicuro HTTPS.

Cosa significa HTTP

La rete internet e ogni comunicazione sul web si basa sul protocollo HTTP acronimo di Hyper Text Transfer Protocol (Protocollo di di trasferimento per Ipertesti. Gli ipertesti sono i testi dotati di collegamenti (ipertestuali) che rimandano ad altri punti della stessa pagina (o documento) o ad altre pagine (o altri documenti). Gli ipertesti hanno permesso la realizzazione concreta del web e il protocollo HTTP è la base di tutto.

Cosa significa HTTPS 

Può essere considerato come un evoluzione del protocollo HTTP in quanto la S finale indica l’introduzione di connessioni criptate TLS (Transport Layer Security  o Piano di Trasporto Sicuro) o SSL (Secure Sockets Layer oPiano sicuro di connessione). Il protocollo HTTPS consente di associare al protocollo di trasferimento HTTP ordinario una cifratura dei dati trasmessi per ottenere trasferimenti sicuri online attraverso un’autenticazione del sito web visitato (server) e la verifica dei dati scambiati tra il terminale dell’utente (client) e il server con una totale tutela della privacy.

Tutto viene fatto attraverso una crittografia asimmetrica applicata ai dati scambiati per garantire trasferimenti riservati di dati nel web, in modo da impedire intercettazioni dei contenuti. Normalmente HTTPS fornisce l’autenticazione del sito web con il quale l’utente si connette proteggendo la comunicazione dagli attacchi “man in the middle”. La cifratura bidirezionale delle comunicazioni client-server evita che le comunicazioni possano essere intercettate o modificate (ad esempio evitando di intercettare ID e password degli utenti per utilizzare queste informazioni in modo fraudolento. Oltre a questo il protocollo HTTPS fornisce anche dati certi sull’autenticazione del sito web al quale ci si connette.

Inizialmente le connessioni HTTPS venivano utilizzate soprattutto per proteggere le transazioni online, ma da qualche anno è iniziata una diffusione sempre più capillare per proteggere l’autenticità delle informazioni e dei siti, l’integrità degli account, la privacy e la navigazione web dell’utente.

Come funziona il protocollo HTTPS

HTTPS crea una comunicazione sicura attraverso una rete pubblica quindi non sicura. Sulla base di una identificazione certa del server (il sito al quale ci connettiamo) affidata a certificati emessi da autority come Actalis, Comodo, Symantec e GlobalSign viene attivato dal protocollo HTTPS la cifratura SSL/TLS e la verifica di URL (indirizzo web), headers (intestazioni di connessione), ecc. Il protocollo HTTPS garantisce l’utente in quanto fornisce la prova che il sito è affidabile e certificato e che ogni dato inviato al sito o ricevuto viene criptato e non può essere rubato o modificato illecitamente.

HTTPS UniSanPaolo

L’utilizzo del protocollo e delle certificazioni HTTPS per il portale dell’Università rappresenta un ulteriore passo in avanti per la sicurezza informatica di Studenti e Docenti in quanto UniSanPaolo quale Università a struttura federata internazionale deve sempre fornire connessioni sicure in ogni condizione anche ad esempio quando gli utenti si collegano da reti potenzialmente insicure come i WiFi pubblici o le reti TOR (The Onion Router un sistema di router stratificati, come cipolle, per evitare tracciamenti indesiderati). Il protocollo HTTPS introduce una cifratura sicura ma che non rallenta la connessione in relazione alla sempre maggiore disponibilità di hardware e connessioni evolute. HTTPS consente anche di utilizzare nuovi protocolli oltre all’HTTP come i recenti SPDY/HTTP/2 che aumentano la velocità di connessione e di trasferimento di pagine e dati online.

Un nuovo importante passo nella costante evoluzione di UniSanPaolo!

P.A.S.O. per l’odontoiatria evoluta

P.A.S.O. è il Programma Assistente Studio Odontoiatrico, un percorso accademico di eccellenza universitaria per preparare studenti all’ingresso nel mondo del lavoro nel settore sanitario odontoiatrico. L’obiettivo del corso è quello di formare figure professionali con competenze importanti con una nuova visione della professione stessa. Professionisti che possano dialogare efficacemente e razionalmente con il medico sulla medesima lunghezza d’onda. Attraverso un percorso formativo specifico biennale vengono acquisite competenze di eccellenza l’interfaccia per l’intera la filiera odontoiatrica. Preparazione e stoccaggio di materiali e strumenti, sterilizzazione e collaborazione diretta in poltrona senza comunicazione verbale con l’Assistente che viene preparato a comprendere in tempo reale le esigenze contemporaneamente al clinico costituiscono il punto di partenza di una formazione di eccellenza che aggiunge alle mansioni sanitarie di base del Programma Assistente Studio Odontoiatrico estese conoscenze relative a tutte quelle mansioni poco conosciute ma di fondamentale importanza indispensabili alla gestione evoluta dello studio medico 2.0. L’Assistente P.A.S.O. diviene un professionista delle tecniche di accoglienza e del supporto psicologico al paziente, si specializza nella gestione dello studio. Gli elementi di economia, diritto, informatica, comunicazione internazionale divengono indispensabili per l’organizzazione dello studio e la gestione efficace della sua vita operativa per la gestione di pazienti, scorte e fornitori, i risvolti fiscali e normativi, la conoscenza di tecniche sanitarie e di comunicazione internazionale, la gestione del marketing tradizionale e web e social based. Conoscenze multidisciplinari di base fondamentali per l’operatività dello studio medico del quale rappresentano la parte sommersa dell’iceberg. Il compito del medico è legato alla sua valenza professionale ma il compito degli Assistenti P.A.S.O. è rendere lo studio affidabile offrendone una qualità di eccellenza che deve essere percepita immediatamente attraverso l’interfaccia discreta e professionalmente ineccepibile concretamente realizzata dagli Assistenti P.A.S.O. che supportano il sistema studio medico.

Il Programma Assistente Studio Odontoiatrico formare professionisti con  caratteristiche e qualità specifiche utilizzando innovative interfacce di collaborazione strutturata in grado di assicurare subito benefici importanti al paziente e allo studio. Il percorso formativo punta l’attenzione sugli aspetti gestionali e comunicativi, oltre che scientifici e sanitari, che meritano di essere continuamente integrati in un insieme di attività strutturate in ambito odontoiatrico. Il Programma Assistente Studio Odontoiatrico è parte di un più ampio Programma Assistente Studio o P.A.S. che rivolge le medesime tecniche formative a studi non solo del settore odontoiatrico. L’offerta formativa del P.A.S. offre una visione globale e meno specifica non limitata quindi ad un settore specifico ma di più ampio respiro offrendo la possibilità di divenire Assistenti professionalmente efficaci in ogni ambito professionale. La figura e le competenze professionali dell’Assistente P.A.S. si rivelano strategiche oltre che per gli studi professionali anche nei poliambulatori, nelle strutture cliniche/ospedaliere/sanitarie sia private che pubbliche, nei day hospital in campo sanitario e ovunque siano necessarie conoscenze integrate multi-livello anche in ambiti diversi. L’Assistente P.A.S. non è un dipendente della segreteria che esegue disposizioni ma un consulente di prestigio in grado di collaborare attivamente ogni giorno organizzando, gestendo e assistendo tutte le attività della struttura nella quale opera nel migliore dei modi.  L’Assistente è un’interfaccia strategica insostituibile e del tutto innovativa che offre grandi vantaggi anche economici alla struttura e delinea una figura professionale di prestigio che giustamente valorizza capacità personali e competenze culturali generali e specifiche di settore dell’Assistente che diviene il focal point della struttura. Questi percorsi formativi offrono quindi la possibilità ai giovani studenti di accedere al mondo del lavoro con competenze strategiche efficaci. Allo studio frontale e remoto si affiancano eventi, laboratori e tirocini specifici di eccellenza che consentono ai giovani di possedere già quelle conoscenze ed esperienze pratiche richieste nel mondo del lavoro reale. P.A.S.O. e P.A.S. sono certamente orientate ai giovani che intendono entrare rapidamente nel mondo del lavoro ma possono rappresentare una possibilità importante per chi, in un momento difficile, intende cambiare acquisendo capacità professionali importanti, immediatamente e facilmente spendibili nel mondo del lavoro.

Prof.ssa Anamaria Iosub

Il piano di studi del Programma Assistente Studio Odontoiatrico

È molto articolato e comprende circa 700 ore eq. annuali per un offerta formativa che unisce in un corso biennale lezioni frontali e didattica remota ad eventi, laboratori e tirocini specifici in molte strutture federate dell’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo. Le peculiarità formative sono la multidisciplinarietà e la ricchezza di contenuti di grande interesse sia generale che specifico per offrire agli studenti eccellenti inserimenti in ruoli di grande prestigio nel mondo del lavoro. Il Programma Assistente Studio Odontoiatrico è un esempio di didattica evoluta coordinata e multidisciplinare orientata alla tutela e al miglioramento della qualità della vita umana. Ogni attenzione del piano formativo è rivolta al paziente-utente che deve essere posto in grado di accedere a cure sempre migliori, efficaci e adeguatamente affiancate da un interfaccia professionale di eccellente qualità.

Per il carattere internazionale dell’Università UniSanPaolo del Programma ne esiste una specifica versione internazionale che offre corsi aggiuntivi di lingua, interpreti e tutor specifici e anche la possibilità di accogliere studenti da ogni parte del mondo che possono far richiesta per essere alloggiati nei Campus federati.

MOD55 iscrizione P.A.S.O.

Programma P.A.S.O. I° anno

INTRODUZIONE ALLE COMPETENZE DI SETTORE
ANATOMIA ODONTOIATRICA I
ALIMENTAZIONE
APPROCCIO AL PAZIENTE ODONTOIATRICO
ASPETTI DEONTOLOGICI E PRIVACY I
CHIRUGIA ESTRATTIVA I
CHIRURGIA IMPLANTARE I
CHIRURGIA PARODONTALE I
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA E PARODONTALE
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN CHIRURGIA ESTRATTIVA
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN CHIRURGIA IMPLANTARE
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN CONSERVATIVA
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN DENTOSOFIA
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN ENDODONZIA
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA IN ORTODONZIA
COMPILAZIONE CARTELLA CLINICA PROTESICA
COMUNICAZIONE DIGITALE I
CONSERVATIVA I
CONTRATTO DI LAVORO
DIRITTO SANITARIO
ELEMENTI DI DENTOSOFIA I
ELEMENTI DI DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE I
ELEMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE
ELEMENTI DI ODONTOTECNICA I
ENDODONZIA I
FARMACOLOGIA E ANESTESIOLOGIA
FISIOLOGIA ODONTOIATRICA I
FONDAMENTI DEL SISTEMA HACCP
FONDAMENTI DI ANATOMIA UMANA I
FONDAMENTI DI BIOCHIMICA
FONDAMENTI DI BIOLOGIA I
FONDAMENTI DI CHIMICA I
FONDAMENTI DI FISICA I
FONDAMENTI DI FISIOLOGIA I
FONDAMENTI DI ISTOLOGIA I
FONDAMENTI DI ISTOLOGIA ODONTOIATRICA
FONDAMENTI DI PATOLOGIA GENERALE I
FOTOGRAFIA, ICONOGRAFIA, CARTELLA CLINICA
GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO STUDIO ODONTOIATRICO E SCADENZARIO
GNATOLOGIA I
IGIENE AMBIENTALE MICRO E MACRO LAYOUT
IGIENE ORALE
MARKETING TRADIZIONALE
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CHIRURGIA ESTRATTIVA I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CHIRURGIA IMPLANTARE I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CONSERVATIVA I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN DENTOSOFIA I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN ENDODONZIA I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN ORTODONZIA I
MATERIALI E STRUMENTARIO IN PARODONTOLOGIA I
MICROBIOLOGIA E MALATTIE INFETTIVE IN ODONTOIATRIA I
NEUROPSICOLOGIA E COMUNICAZIONE I
ORGANIZZAZIONE ED EROGNOMIA NELLO STUDIO ODONTOIATRICO
ORTODONZIA I
PATOLOGIA ODONTOIATRICA I
PEDODONZIA I
PRIMO SOCCORSO BLS I
PROTESI SU PILASTRI IMPLANTARI I
PROTESI SU PILASTRI NATURALI I
RADIOLOGIA I
SEDAZIONE COSCIENTE E ANESTESIA GENERALE I
SICUREZZA E GESTIONE DELLE EMERGENZE I
SICUREZZA INFORMATICA I
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO I
SISTEMI OPERATIVI E DI RETE I
SOCCORSO BLSD I
STERILIZZAZIONE STRUMENTARIO E DECONTAMINAZIONE AMBIENTALE
STOCCAGGIO DELLO STRUMENTARIO E DEI MATERIALI
TERAPIE ODONTOIATRICHE I

Programma P.A.S.O. II° anno

ANATOMIA ODONTOIATRICA II
ALIMENTAZIONE II
ASPETTI DEONTOLOGICI E PRIVACY II
CHIRUGIA ESTRATTIVA II
CHIRURGIA IMPLANTARE II
CHIRURGIA PARODONTALE II
COMUNICAZIONE DIGITALE II
COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE
CONSERVATIVA II
DIRITTO INTERNAZIONALE SANITARIO
ELEMENTI DI DENTOSOFIA II
ELEMENTI DI DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE II
ELEMENTI DI INFORMATICA
ELEMENTI DI ODONTOTECNICA II
ENDODONZIA II
ETICA E NEUROETICA
FISIOLOGIA ODONTOIATRICA II
FONDAMENTI DI ANATOMIA UMANA II
FONDAMENTI DI BIOCHIMICA II
FONDAMENTI DI BIOLOGIA II
FONDAMENTI DI CHIMICA II
FONDAMENTI DI FISICA MODERNA
FONDAMENTI DI FISIOLOGIA II
FONDAMENTI DI ISTOLOGIA II
FONDAMENTI DI ISTOLOGIA ODONTOIATRICA II
FONDAMENTI DI PATOLOGIA GENERALE II
GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO STUDIO ODONTOIATRICO E SCADENZARIO II
GESTIONE DELLE EMERGENZE
HACCP SANITARIA
IGIENE AMBIENTALE MICRO E MACRO LAYOUT II
IL PIANO DI AUTOCONTROLLO
IL PIANO DI SICUREZZA II
IL PIANO DI SICUREZZA INFORMATICA
IL PROCESSO DI MEDIAZIONE
INGLESE IN AMBITO ODONTOIATRICO I
INGLESE IN AMBITO ODONTOIATRICO II
INTERFACCIA ETNICA E RELIGIOSA
MARKETING EVOLUTO
MARKETING WEB E SOCIAL
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CHIRURGIA ESTRATTIVA II
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CHIRURGIA IMPLANTARE II
MATERIALI E STRUMENTARIO IN CONSERVATIVA II
MATERIALI E STRUMENTARIO IN ENDODONZIA II
MATERIALI E STRUMENTARIO IN ORTODONZIA II
MATERIALI E STRUMENTARIO IN PARODONTOLOGIA II
MEDICINA FISIOLOGICA
MICROBIOLOGIA E MALATTIE INFETTIVE IN ODONTOIATRIA II
MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO
NEUROPSICOLOGIA E COMUNICAZIONE II
NEUROSCIENZE E NEUROPLASTICITÀ
NORMATIVA SANITARIA
NOZIONI DI MARKETING E NEUROMARKETING
NUOVE TECNOLOGIE IN AMBITO ODONTOIATRICO
ORTODONZIA II
PATOLOGIA ODONTOIATRICA II
PEDODONZIA II
PERSONE FISICHE E GIURIDICHE
PRIMO SOCCORSO BLS II
PROTESI SU PILASTRI IMPLANTARI II
PROTESI SU PILASTRI NATURALI II
RADIOLOGIA II
SEDAZIONE COSCIENTE E ANESTESIA GENERALE II
SICUREZZA INFORMATICA II
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO II
SISTEMI OPERATIVI E DI RETE
INTRODUZIONE ALLE COMPETENZE DI SETTORE

MOD55 iscrizione P.A.S.O.

Scienze delle Dinamiche Evolutive

La Facoltà di Scienze delle Dinamiche Evolutive rappresenta una innovativa proposta formativa. Questa nuova facoltà, prima e unica nel suo genere, nasce dall’esigenza sottesa, ma frequentemente non compresa da tutti, di comprendere come funziona il mondo e l’uomo stesso nella sua essenza più profonda. Una facoltà innovativa e trasversale, capace di interagire e integrarsi con qualunque altra disciplina specifica in ogni campo dello scibile. La facoltà di Scienze delle Dinamiche Evolutive crea Fisiologi Biodinamici Evolutivi che avranno il compito di migliorare la qualità della vita individuale e collettiva, formando anche nuovi professionisti riconosciuti nel campo della Naturopatia, della Bioenergetica, della Fisioterapia, della Comunicazione, della Gestione delle risorse, integrando e coordinando scibili solo apparentemente diversi fra loro ma in realtà parti di un’unica cultura globale sia sotto il profilo internazionale che dal punto di vista della multidisciplinarietà. La Facoltà di Scienze delle Dinamiche Evolutive intende fornire conoscenze integrate sulla fisiologia in senso generale intesa come “Scienza della Natura” quale elemento essenziale per comprendere qual è il corretto funzionamento dell’essere umano nel collasso della funzione psicosomatica, cioè, nella sua unicità mente-corpo e di tutto l’ambiente nel quale è immerso e del quale è un ologramma essenziale che porta con se tutte le informazioni universali. Un corso di studi che permetterà di comprendere prima e meglio quali sono i disagi, i problemi e le malattie dell’uomo come individuo, delle comunità e dell’ambiente in modo da intervenire per risolverli a posteriori ma soprattutto per prevenirli con professionalità e competenza. Il processo degenerativo, non è un’esclusiva biologica, anche se la biologia gioca in esso un ruolo fondamentale. Oltre all’organismo tutto può degenerare e impedire il degrado è di fondamentale importanza anche in ambiti non specificatamente biologici. Possono degenerare i rapporti, le attività, l’ambiente, tutto si può “ammalare” e tutto può essere mantenuto in forma e in ottima salute in senso lato. Le persone interagiscono con tutto questo e si può fare molto per curare o prevenire. Il concetto di base è che ogni uomo possiede la capacità di scegliere, decidere cosa fare e come vivere in senso positivo o negativo. Scienze delle Dinamiche Evolutive è una Facoltà con un programma innovativo indirizzato a formare nuovi individui, professionisti o imprenditori e contemporaneamente ad offrire a chi già opera la possibilità di migliorare la propria vita, impresa, professione, attività qualunque esse siano e in qualunque settore. Le Dinamiche Evolutive insegnano come migliorare la qualità della vita, prendere decisioni efficaci, comunicare positivamente, gestire rapporti e risorse umane e materiali. Il Fisiologo delle Dinamiche Evolutive è un intermediatore, un consulente efficace di eccellente profilo e preparazione multidisciplinare di base che si specializza orientandosi in direzioni specifiche per divenire un focal point qualunque sia l’ambiente specifico nel quale opererà. Specialisti nella comunicazione, nella gestione e nella tutela e protezione dell’Uomo e dell’Ambiente creati da una facoltà innovativa nella quale si integrano antropologi, sociologi, psicologi, medici, ingegneri, amministratori, ambasciatori, consulenti, agronomi, fisici, matematici, economisti, giuristi, teologi ed esperti in ogni campo dello scibile umano. Nel villaggio globale nessuno, indipendentemente dalla figura professionale e dalle nozioni ed esperienze che intende acquisire può prescindere da alcuni momenti formativi di base. Nessuno può permettersi di non avere conoscenze di diritto, informatica, deontologia, economia, comunicazione, marketing, gestione, sicurezza, igiene, ecc. e le dinamiche evolutive permettono di integrare conoscenze trasversali in ogni settore.

Il Preside di Scienze delle Dinamiche Evolutive Vincenzo De Sivo

Stephan Poen

Il prof. Stephan Poen è laureato in Medicina e in Musicologia. Ha ottenuto la Laurea in Medicina e Chirurgia a Bucarest, titolo di studio equiparato in Italia con abilitazione professionale e iscrizione all’Ordine de Medici Chirurgi e degli Odontoiatri di Roma.
Ha conseguito il Dottorato in Musicologia presso l’Università Nazionale di Musica di Bucarest. Specialista ed esperto nella comunicazione attraverso la voce parlata e cantata, professore associato e autore del primo Corso di Estetica Vocale, fondato su una intensa e complessa preparazione ed esperienza di attività professionale scientifica ed artistica (pianista e baritono, artista lirico affermato). E’ anche autore di un Corso Pratico di Comunicazione con tecniche personalizzate per la Tecnica e la Stilistica Vocale Oratoriale.
Membro in giurie di prestigiosi concorsi internazionali di canto; consulente e formatore musicale e artistico, collaboratore di importanti istituzioni artistiche, radio, televisione e di conservatori di
musica italiani ed esteri. Professore ospite di università italiane ed estere dove tiene corsi di Estetica Vocale, master e conferenze. Autore di testi specializzati pubblicati nel mondo e di numerosi studi e articoli in riviste di prestigio. Nell’ambito della sua attività professionale ha curato stilisticamente la tecnica vocale di grandi personalità appartenenti a numerose categorie di professionisti vocali, da magistrati e attori fino ad attori e conduttori televisivi e radiofonici. Un reparto speciale della sua attività è quello della voce cantata con un ampio programma didattico e pedagogico sia a livello basilare che a livello progredito di perfezionamento, dedicato a grandi artisti di tutti i generi stilistici. Al prof. Stephan Poen i migliori auspici per una proficua opera nell’ambito dell’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo.

L’Accademia Imperiali

L’Academia Imperialis” viene fondata a Roma nel 1705 dal cardinale Giuseppe Renato Imperiali quale cenacolo per la cultura alimentato da molti studiosi accreditati che curavano tra l’altro la Biblioteca Privata del Cardinale. Quella del Cardinale era una biblioteca di tipo ecclesiastico romano che conservava e gestiva non solo il patrimonio librario, considerato tra i più importanti del XVII° secolo in Europa, ma anche le opere d’arte e i reperti storici ed archeologici. Una tradizione viva ancora oggi che sottolinea l’importanza ad esempio della Biblioteca Vaticana che attualmente gestisce non solo i libri ma tutto il patrimonio artistico e museale della Santa Sede Vaticana.

Il cardinale Giuseppe Renato Imperiali intendeva realizzare la biblioteca non per un esclusivo uso personale o come dimostrazione di prestigio ma principalmente per rendere concretamente fruibile a tutti la conoscenza, la storia e l’arte attraverso una Biblioteca Pubblica di grande interesse.

Purtroppo il cardinale non riuscì nella sua lunga vita, ottantacinque anni sono moltissimi per l’epoca, a realizzare questo meraviglioso sogno. L’Academia Imperialis perse nel tempo collezioni inestimabili, una parte del patrimonio librario fu trasportato a Francavilla ma anche questi furono rubati e dispersi alla morte  dell’ultimo discendente degli Imperiali.  Annibale De Leo si dedicò in seguito a recuperare queste opere fondando a Brindisi nel 1798 la prima biblioteca pubblica di Terra d’Otranto dando con la sua preziosa opera un primo seguito al sogno del cardinale. Questa biblioteca si è poi trasformata nella biblioteca pubblica Arcivescovile “De Leo” disponibile ancora oggi a Brindisi.

La terza fondamentale tappa di questo percorso è il 1984 quando il prof. Francesco Fullone, cultore di lettere e storia, con l’aiuto di altrettanto validi personaggi rifonda questo focal point culturale nel nome di Accademia Imperiali. Insieme al prof. Fullone operano tra gli altri il prof. Emanuele Calò ,il dott. Francesco Carriere, il dott. Gabriele Rampino, eminenti vaticanisti sotto gli auspici di S.E. il vescovo emerito di Oria mons. Alberico Semeraro e di S.E.R. mons. Armando Franco vescovo di Oria.

L’Academia Imperialis risorge quindi nel 1984 come Accademia Imperiali per essere legata senza soluzione di continuità a S.E.R. il Cardinale Giuseppe Renato Imperiali per tenere sempre vivo il ricordo di un uomo illuminato che contribuì allo sviluppo culturale della società europea favorendo l’approfondimento degli studi in tutti i campi dello scibile umano, con la collaborazione di uomini di grande cultura e liberi pensatori fra i più grandi dell’epoca.  tempo,vicini a lui e alla sua biblioteca privata,che rappresentava il punto di riferimento piu’ importante e luminoso in Europa.

L’Accademia Imperiali si pone l’obiettivo di arricchire le conoscenze atte a favorire i processi di integrazione europea e il dialogo  tra tutti i popoli mediante la promozione di studi e iniziative pubbliche con particolare riferimento alla promozione della ricerca scientifica e della tutela dei diritti dell’uomo e alle implicazioni che da esse derivano in campo giuridico,sociale e culturale.

L’Accademia Imperiali promuove la valorizzazione dell’uomo senza distinzione etniche, sociali, laiche o religiose attraverso una diffusione della cultura etico-sociale utile la sola a permettere una crescita armonica globale ed un’evoluzione nel rispetto e nella valorizzazione della storia e delle tradizioni; l’organizzazione di servizi utili al miglioramento sociale; l’assistenza sociale ai più bisognosi ed indigenti; l’istruzione e formazione dei giovani specificatamente dedicata ai settori di maggiore attualità ed utilità e il loro inserimento sociale; l’assistenza morale e materiale ai bisognosi per aiutarli a raggiungere l’autonomia nel cammino della vita; la pace universale attraverso comprensione e tolleranza reciproca; lo sviluppo culturale delle nuove generazioni nel rispetto dell’equilibrio universale della natura e alla sua difesa; le attività culturali, turistiche e ricreative del tempo libero per migliorare la qualità della vita; la promozione dell’uomo, la tutela dei diritti fondamentali e quanto può migliorare la qualità di vita personale e collettiva.

Il prof. Francesco Fullone vera anima dell’Accademia Imperiali ha inteso allargare a partire dal 1991 l’organigramma dedicandosi alla gestione della prestigiosa istituzione quale Direttore Generale con l’incarico di Presidente assegnato successivamente al prof. Emanuele Calo’,illustre medico e libero docente dell’Universita’ degli Studi di Bologna e attualmente al prof. Elio Pagliarulo otorinolaringoiatra e docente di Istologia Umana presso l’Universita’ degli Studi di Bari.

Ordine della Rosa Scarlatta

Sua Eccellenza Mons. Mauro Contili Duca di Passo dell’Aquila ha definito con il Sovrano Gran Maestro Ereditario e capo spirituale dell’Ordine Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta Sua Altezza il Principe Bernabei don Raffaello il pieno riconoscimento ed una totale sinergia di eccellenza materiale e spirituale tra l’Ordine Ereditario Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta e l’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo e la Chiesa Cristiana riferimento per l’Università nella comunione spirituale di tutti i Cristiani che non devono conoscere divisioni nell’amore di Nostro Signore come ribadito anche pochi giorni fa nella preghiera comune dall’arcivescovo di Canterbury Justin Welby guida della Chiesa Anglicana e dal Papa Francesco guida della Chiesa Romana .

Nel corso della cerimonia mons. Contili ha ricordato che: “… cavalieri e cavalleria sono nati come simbolo di lealtà, generosità e coraggio per la difesa dei deboli e proseguono la loro opera e perseguono i loro ideali nel più puro spirito evangelico cristiano. I cavalieri da secoli si attengono ad un codice specifico che gli ricorda valori, principi e doveri, possiedono un profondo senso etico ed illuminano moralmente la società del terzo millennio nella promozione di alti ideali in un modo affatto banale. I codici cavallereschi definiscono appartenenza a gruppi selezionati, composti di persone speciali che dedicano significative porzioni della propria vita al sostegno sociale e umanitario, al contrasto delle ingiustizie ed alla difesa dei deboli. I cavalieri agiscono in linea con lo spirito cristiano nella più alta e nobile accezione del termine: uno spirito che Nostro Signore ha voluto rendere universale a beneficio di tutta la razza umana senza discriminazioni. Oggi aiutare gli ultimi e cooperare concretamente insieme è un dovere di tutti e riconoscersi nella Cavalleria è un impegno di assoluto valore per uomini e donne di buona volontà. Sappiamo che l’umanità non è certamente sola in un universo di inimmaginabili proporzioni per la mente umana e proprio per questo deve unirsi in una fratellanza planetaria che sconfigga la fame, la povertà e il bisogno per tutti. La missione dei nuovi Cavalieri e Dame è abbattere le barriere che dividono per unire in una nuova consapevolezza tutti. I Cavalieri e le Dame attuali sono persone speciali che si prefiggono compiti speciali e l’Università e la Chiesa Cristiana non possono che accoglierli in un abbraccio caloroso e riconoscente. L’evoluzione è una trasformazione che non deve mai prescindere dalla storia positiva e dalla memoria di quanti hanno operato efficacemente e degnamente. Le tradizioni positive sono parte di noi e tramandarle un dovere di tutti. La Nobiltà araldica rappresenta la continuità delle tradizioni e la Cavalleria la nobiltà spirituale e d’intenti ed entrambe vanno onorate con azioni etiche concrete ed efficaci di sostegno ai deboli e agli indifesi. L’Ordine Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta rappresenta tutto questo e per questo va giustamente onorato e coadiuvato.”

Il Principe Bernabei ha ringraziato confermando tra l’altro che “… l’Ordine Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta si opererà particolarmente per l’Università Anglo Cattolica San Paolo Apostolo riconoscendogli meriti e possibilità eccezionali nella diffusione della cultura. La cultura della verità e delle informazioni utili sono la più efficace arma per sconfiggere il vero, unico nemico di tutti gli uomini: quello dell’ignoranza intesa come non conoscenza. Diffondere verità e cultura significa contribuire all’evoluzione positiva dell’Umanità nella tutela dell’Uomo e dell’Ambiente: un dovere per tutti senza eccezioni. Cavalieri e Dame della Rosa Scarlatta s’impegnano ad adoperarsi senza tregua per aiutare l’Università in questa opera di divulgazione delle conoscenze che contribuisce ogni giorno ad affrancare sempre più persone da affanni e bisogni nello spirito del nostro Codice Cavalleresco.”

La cerimonia si è conclusa con la benedizione solenne impartita al Vessillo dell’Ordine Ereditario Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta ed alla sede di Roma  L’Ordine Ereditario Capitolare Cavalleresco della Rosa Scarlatta viene riconosciuto per Decreto dall’Università San Paolo e dal Rettore Apostolico quale umile servitore di Nostro Signore e della Chiesa Cristiana Anglicana e posto sotto la protezione spirituale Cristiana. Il Gran Maestro ha poi donato all’Università una pergamena con il Giuramento del Cavaliere della Rosa Scarlatta.

Giuramento del Cavaliere della Rosa Scarlatta