Quando le differenze uniscono

Papa Francesco, la Sovrana Elisabetta II e l’Arcivescovo di Cantherbury si sono già incontrati ufficialmente nei rispettivi ruoli di massime autorità religiose Cristiane Romane e Anglicane.

La Chiesa Anglicana è una Chiesa Cristiana Cattolica che nasce nel Cinquecento per il rifiuto di Papa Clemente VII di annullare il matrimonio di Re Enrico VIII con Caterina di Aragona per sposare Anna Bolena e ottenere eredi e successori maschi diretti. Per questo motivo la Chiesa d’Inghilterra si separa da Roma, diviene Anglicana sotto la guida della Corona inglese.

Da cinque secoli il Primate della Chiesa Anglicana è considerato, Primus inter pares (Primo fra pari), l’Arcivescovo dell’Abbazia di Canterbury e il Sovrano inglese un riferimento ancora più illustre con prerogative specifiche.

La Chiesa Anglicana ha sempre privilegiato i dogmi evangelici e questo ha creato nel tempo tra le Chiese alcune differenze. Dopo secoli le esigenze del Cristianesimo e dell’Umanità stanno finalmente divenendo prioritarie e la riunione delle comunità cristiane è divenuta per tutti l’unica strada da percorrere.

Tutte le Chiese Cristiane sono cattoliche in quanto cattolico significa universale. Tutte sono evangeliche perché dai Vangeli traggono ispirazione. Tutte sono episcopali in quanto riconoscono i Vescovi al vertice della gerarchia.

Il Primate

Le Comunità Cristiane si aggregano in Chiese indipendenti ciascuna guidata dal proprio Primate. La Chiesa Romana ha unilateralmente affidato al Papa il ruolo di vicario di Cristo come successore di San Pietro Vescovo di Roma. Ma secondo San Paolo Pietro non è mai stato neppure a Roma e questo pone in discussione il supposto primato papale comunque riconosciuto ed onorato quale Primate della Chiesa Romana. Con questi presupposti perde senso anche il supposto dogma dell’infallibilità papale da tempo limitata alla sola fede dopo che per secoli è stata considerata assoluta mentre la storia evidenziava innumerevoli volte gli errori del Papa Re. Supremo reggente della Chiesa Anglicana è il sovrano d’Inghilterra (dal 1953 Elisabetta II) che nomina i vescovi mentre la massima autorità spirituale è l’arcivescovo di Canterbury (dal 2012 Em. Justin Welby).

I ruoli maschili e femminili

Le Comunità Cristiane si basano su Diaconi, Sacerdoti e Vescovi, Gesù non ha mai fatto discriminazioni anzi le ha combattute in una società fortemente razzista e maschilista e le Chiese Cristiane si sono divise. La Chiesa Anglicana ordina uomini e donne mentre quella Romana sta solo ora compiendo i primi timidi passi per considerare il Diaconato femminile nella storia.

Il Celibato

Matrimonio, famiglia e figli sono parte fondamentale della vita. Gli Apostoli erano tutti sposati tranne due: uno perché ancora troppo giovane e l’altro era il traditore Giuda Iscariota. La Chiesa Romana prevede l’obbligo del celibato in quella Anglicana i sacerdoti si sposano come tutti prima o dopo l’ordinazione.

Lievi differenze nelle preghiere

La liturgia prevede alcune differenze per lo più semantiche come ad esempio nel Battesimo che nella formula Anglicana protegge dal male in tutte le sue forme e dalle false promesse senza però parlare di peccati e del diavolo.  Il rito Romano è diviso in quattro libri Messale (per la liturgia), breviario (letture e preghiere quotidiane), rituale (sacramentali) e pontificale (celebrazioni vescovili) quello Anglicano raccoglie tutto nel “Book of Common Prayer” “Libro delle preghiere comuni” che da 5 secoli è in inglese e non in latino. Il “Libro delle preghiere comuni” è stato revisionato e aggiornato così come quelli romani che dal Concilio Vaticano II non sono più in latino.

I Sacramenti

La Chiesa Anglicana delle origini riconosceva Battesimo ed Eucarestia ma poi sono tornati ad essere sette gli strumenti della Grazia del Signore diffusi dallo Spirito Santo: Battesimo, Confermazione (Cresima) ed Eucaristia (Comunione) anche detti di iniziazione; Confessione e Unzione degli infermi detti di guarigione; Ordinazione e Matrimonio detti di edificazione. Diversa la considerazione del matrimonio considerato indissolubile da entrambi anche se poi può essere annullato per mancanza di presupposti da Roma e sciolto da Londra se frutto di un errore umano (libero arbitrio). Per l’Anglicanesimo divorziati e conviventi possono ricevere la comunione e sposarsi. Per la dottrina Romana per il matrimonio è indispensabile invece non essere divorziati e aver ricevuto tutti i Sacramenti preliminari   la Cresima e la Comunione e

 

Santi e reliquie

Reliquie, immagini e statue sono elementi basilari del Cristianesimo Romano mentre prive di significato per l’Anglicanesimo che le considera solo un mercimonio. Così come i Luterani, i Protestanti e gli Ortodossi che “scrivono” le icone considerate non immagini da venerare ma illustrazioni didattiche. La Grazia del Signore non può essere dispensata se non dalla S.S. Trinità quindi non dai Santi che vengono onorati e venerati ma non riconosciuti divini. La Madonna è onorata come una Santa ma l’Anglicanesimo non riconosce i dogmi vaticani dell’Immacolata Concezione (1854) e dell’Assunzione (1950). In pratica la Madonna è la santissima mamma di Gesù ma è di natura terrena non divina ne lo è diventata .

Il purgatorio

Per la Cristianità il purgatorio non esiste le cattive azioni vanno compensate durante la vita e non con indulgenze a posteriori e il Giudizio Divino è definitivo e inappellabile: i buoni vanno in paradiso e i cattivi bruciano all’inferno. Il purgatorio è stato creato da Roma per fare cassa con la vendita delle indulgenze e da qualche anno il Vaticano ha cominciato a riconsiderare anche questo problema.

ASF Avocats sans Frontières

Avocats sans Frontières

è un organizzazione non governativa fondata nel 1992 a seguito di un’iniziativa di un gruppo di avvocati belgi.

Il suo scopo principale è la promozione e la protezione dei Diritti dell’Uomo e di ogni persona coinvolta in un processo in qualsivoglia Paese del mondo.

L’associazione Avocats sans Frontières partecipa ad ogni attività di cooperazione internazionale e svolge il suo compito specialmente in vista di proteggere e di assicurare l’esercizio effettivo dei diritti delle persone e dei gruppi più vulnerabili, di prevenire i conflitti e di favorire il rispetto della dignità della persona e dei popoli, nel loro percorso di democratizzazione e progresso sociale e giuridico.

ASF è organizzata a livello mondiale ed è presente in 16 paesi.

Durante questi anni l’organizzazione ha inviato avvocati per sostenere i diritti della difesa in procedimenti svoltisi in Turchia, Sierra Leone, Palestina, Brasile, Albania, Irlanda del Nord, Burundi, Timor Orientale, Kosovo e Ruanda.

Avocats sans Frontières è stata attiva anche in tema di giustizia internazionale partecipando a New York ai lavori della “prepcom” durante i quali sono stati elaborati il regolamento di procedura e prova per la nuova Corte Penale Permanente. Questo regolamento costituisce un progresso considerevole rispetto  al regolamento in vigore davanti ai tribunali internazionali ad hoc, sia per ciò che riguarda i diritti della difesa ed in particolare nella fase delle indagini, sia per i diritti delle vittime del reato in ogni momento del processo penale.

Allo stato ASF oltre a dare un contributo nella giustizia penale internazionale e nella cooperazione giudiziaria propone progetti di formazione per garantire una difesa leale e qualificata in ogni processo penale.

Il prof. Paolo Iorio in qualità di Presidente di Avocats sans Frontières Italia e l’avv. Claudio Senatra Presidente del Collegio del Probi Viri hanno presentato la componente Italia di ASF al Segretario Generale UniSanPaolo avviando una sinergia internazionale che intende tra l’altro favorire un progetto di ricerca congiunto sui Diritti Fondamentali dell’Uomo. Il Rev.mo Padre Contili ha proceduto alla solenne benedizione della sinergia UniSanPaolo – Avocat Sans Frontières Italia dicendosi certo che porterà grandi risultati nell’immediato futuro.

Paolo Iorio

Il prof. Paolo Iorio si è laureato in Giurisprudenza specializzandosi in Diritto processuale penale comparato, successivamente ha ottenuto diplomi in Diritto Comunitario (Università di Reading of Reading RU, Consiglio dell’Ordine degli Avvocati-Roma), in Diritto Comparato (St George University. Londra) e in Advocacy training (Western Circuit).

È iscritto all’ordine di Roma e a quello di Bruxelles con patrocinio alle giurisdizioni superiori. È Presidente d’Avocats sans Frontières Italia e Docente UniSanPaolo. Ha fornito opinioni e pareri alla Corte dei Magistrati di Bow Street in Londra quale esperto in molti casi di estradizione. Ha rappresentato ricorrenti nella Convenzione dei Dirirtti dell’Uomo in più di 100 procedimenti ed in particolare contro Spagna, Belgio, Germania, Svizzera, Italia, Francia e R.U. 2 ricorsi sono stati portati in udienza dinnanzi alla Corte. Uno di essi è stato pubblicato. (Vernillo v. France 1988). Quale presidente di Avocats sans Frontières-Italia” ha patrocinato procedimenti penali in Europa e nel mondo quali: Dubai (E.A.U.), molti procedimenti in Belgio e Francia, un importante processo alla Corte di Sicurezza di Stato in Istanbul, un procedimento alla Corte dello Sceriffo di Elgin Scozia e un procedimento alla CCRC del RU. Insegnante e coordinatore di sessioni su vari aspetti della giustizia penale e del diritto consuetudinario. Nel 1992 Avvocato Cassazionista 2008-2011. Componente di Commissione Formazione e Diritto Internazionale Consiglio Ordine Avvocati Roma. 2014 Corso di formazione sul contenzioso elettorale organizzato dal gruppo di assistenza tecnica elettorale dell’Unione europea in Tunisia 2015 Membro della sezione Internazionale Consultativa della Hengchang Credit Pechino (Cina). 2015 Membro del Comitato Consultativo della Fondazione Yicai Pechino ( Cina).

Esperienze Accademıche:

2009/2010 Docente Progetto per la modernizzazione del sistema giudiziario della Tunisia. Docente Corso di formazione sul sistema giudiziario inglese e diritto consuetudinario della Professione di Avvocato Ministero della Giustizia- Tunisia

2007-2009 Università Roma  Tre Docente Corso di formazione sul sistema giudiziario inglese e diritto consuetudinario.

2002- 2014 Roma L.U.I.S.S. Docente Corso di formazione sul diritto
consuetudinario.
2007-2009 Università di Nottingham Docente Organizzato da FTI e sponsorizzato dalla Commissione della UE.

1997 Pechino Dipartimento della Procura del Popolo Supremo della Repubblica popolare Cinese Docente Corso di formazione sul diritto
processuale penale italiano.

2007 Bali International Association of Anti-corruption Authorities Delegato Italiano In collaborazione con l’UNODC.

2008 Kiev Associazione Internazionale delle Autorità contro la Corruzione Delegato Italiano In collaborazione con l’UNODC.

2003-2006 Università di Malta Docente Corso di Formazione sulla Procedura penale Comparata e advocacy training.

1997-2006 Italia Ministero della Giustizia Membro della Rivista di diritto Penitenziario.

2005 Regno Unito Corona Britannica Avvocato Ha rappresentato gli interessi del Governo Britannico nel famoso caso di estradizione a carico di Issai Hamdy accusato di terrorismo per gli attentati alla metropolitana di Londra del 2005.

1989-1998 Italia Ministero della Giustizia Giudice Onorario.

1996-1997 Warwick Regno Unito Dipartmento di Legge Università di Warwick Come libero docente di diritto comparato ha impartito corsi con gli studenti della facoltà di giurisprudenza.

1994 Regno Unito Commissione dei Diritti Umani della IBA membro della Commissione e relatore in conferenze Internazionali sulla Convenzione del 1950.

1990-2001 Italia Ministero dell’Interno Docente in corsi di procedura penale.

Pubblicazioni:
P. Iorio & Prof. Philip L. Reichel (2004, 2005). Comparative Criminal Justice Systems, 3 and 4th edition.
P. Iorio, (2004). Il Sistema Giudiziario Inglese, ed. Il Progresso Giuridico, Roma.
P. Iorio, (2001). Le Competenze Penali del Giudice di Pace, ed. Il Progresso Giuridico, Roma.
P. Iorio, (1996). Il Codice di Procedura Penale Esplicato – I mezzi di Ricerca della Prova, ed. Simone.
P. Iorio, (1995). L’Organizzazione Giudiziaria in Inghilterra e Galles e il Processo Penale, ed. Simone.
Iorio-Orlandelli Il Primo Processo di Oscar Wilde. Regina contro Queensberry (2008) Ubulibri
Iorio Il codice di procedura penale in inglese e francese. Aracne. (2010)
Iorio- Orlandelli Imputato Oscar Wilde (2011) Nuovi Equilibri Stampa Alternativa
Iorio- Marinari The Bench and the Bar Il sistema processuale inglese
2013
LUISS University Press
Diritto Internazionale Le Corti Penali LUISS University Press 2014
Le code de procédure pénale italien. Éditions Universitaires Européennes Bahnhofstraße 28, 66111 Sarrebruck, Allemagne ( in corso di pubblicazione). 2016

Al prof. Paolo Iorio i migliori auspici per il proficuo lavoro che svolge come docente dell’Università San Paolo.